Ideare casa

Quali materiali scegliere per la cucina

In questo articolo vediamo di analizzare quali materiali scegliere per la cucina: Laminato, Vetro laccato, Polimerico, Laccato seta, Unicolor, Acciaio, Cristallite, Impiallacciato e Vetro temperato.

A differenza dei modelli classici che si trovano ancora in legno massello, le moderne cucine vengono fabbricate con pannelli legnosi, spesso derivanti da materiale di riciclo. In questo articolo vediamo di analizzare quali materiali scegliere per la cucina.

Mdf e truciolare sono i più utilizzati. Si tratta di agglomerati composti da piccole scaglie di legno legate da collanti che vengono poi nobilitati con resine o carte melaminiche o rivestiti in altri modi. La dicitura E1 indica la conformità del materiale alle normative europee per limitare l’utilizzo di collanti che emettono gas nocivi, come la formaldeide. Sempre più spesso si trova il contrassegno marchio “Pannello Ecologico”: attesta che i mobili sono stati realizzati utilizzando esclusivamente legno riciclato, con materiali ecocompatibili e seguendo un processo produttivo di qualità certificata.

Quali materiali da scegliere per la cucina

Laminato

Cucine moderne in laminato
Cucine moderne in laminato

E’ un materiale a base di resine fenoliche o melaminiche, applicato solitamente a pannelli di particelle di legno o in mdf. Resistente e igenico, è composto da una serie di fogli incollati tra loro per uno spessore di circa 0,6 mm. Quello Hpl ha elevate caratteristiche di impermeabilità, stabilità e resistenza.

Vetro laccato

Cucina in vetro laccato
Cucina in vetro laccato

Si tratta di lastre di vetro verniciate con prodotti a essiccazione naturale o accelerata mediante lampade a raggi infrarossi. Caratteristica fondamentale è l’impermeabilità, che ne facilita pulizia e manuntenzione.

Polimerico

Si tratta di un materiale sintentico o pvc, di spessore variabile, che viene applicato su un pannello in mdf, rendendolo resistente alle infiltrazioni dei liquidi e agli urti. Il materiale può rivestire in maniera continua sia il frontale dell’anta sia i quattro bordi laterali.

Alluminio

Cucina in alluminio satinato
Cucina in alluminio satinato

Impiegato soprattutto per alcune parti di mobili, come profili di cassetti e ante o rivestimenti interni di pensili e basi, questo materiale viene talvolta utilizzato anche per tutta la struttura, soprattutto negli arredi di gusto minimal. Estremamente leggero, è duttile e facile da pulire.

Laccato seta

E’ un tipo di finitura, così chiamata per la sensazione vellutata che produce al tatto. Dopo aver laccato con la tonalità prescelta la superficie in mdf, precedentemente trattata con vernici e successivamente carteggiata, vi si applica l’acrilico e un film protettivo. Ciò che distingue questa finitura dalla laccatura lucida e goffrata è proprio la mano di acrilico. Inoltre, rispetto a queste, è più resistente ai graffi ed è antimpronta.

Superficie termostrutturata

La Tss (Thermo structured surface) è composta da un supporto in agglomerato di fibra legnosa, ricoperto da uno strato decorativo e da resina melaminica, che viene strutturato per mezzo di una formatura ad alta temperatura. Viene utilizzata per mobili, boiserie e pareti divisorie. E’ altamente durevole, offre elevata resistenza ai graffi e alle sostanze chimiche.

Melaminico

Cucina in Melaminico
Cucina in Melaminico

Appartiene alla famiglia dei pannelli nobilitati. Si tratta di un semilavorato rivestito con fogli di carta decorativa impregnata di resina melaminica. Colori e finiture sono illimitati e in grado di riprodurre le caratteristiche di altri materiali tra i quali il disegno, il colore e le venature del legno naturale.

Laccato

Cucina in laccato
Cucina in laccato

L’anta laccata è normalmente formata da un pannello in mdf, a sua volta trattato con vernici poliesteri o poliuretaniche. La finitura può essere opaca o lucida e normalmente ricopre ogni superficie del pannello in modo continuo, in modo da farlo risultare privo di spigoli o giunzioni di rivestimento. Il laccato è più delicato del laminato; per questo motivo alcune aziende, insieme alla cucina, forniscono una “boccetta” per eventuali ritocchi.

Unicolor

Si tratta di un laminato Hpl colorato uniformemente in tutto lo spessore. Viene impiegato in un’infinità di applicazioni, dai controsoffitti alle pareti, dai piani di lavoro della cucina ai tavoli. Tra le sue caratteristiche, può vantare un’elevata resistenza all’abrasione e alle macchie. E’ inoltre un materiale compatto, omogeneo e non poroso, quindi anche molto igienico.

Acciaio

E’ una lega ferro-carbonio, dura e resistente, ma facilmente lavorabile. Per essere definito inox, cioè inossidabile, deve contenere almeno il 12% di cromo. Quello definito 18/10 contiene invece il 18% di cromo e il 10% di nichel (contrassegnato dalla sigla Aisi 304) e ha elevata resistenza meccanica e alla corrosione. Molto igienico, trova largo impiego in cucina, soprattutto nella produzione di top, lavelli e piani cottura.

Cristallite

E’ un materiale composito caratterizzato da un’alta percentuale di quarzo unito a resine acriliche. Particolarmente igienico, è resistente al calore, non assorbe, non si graffia, non si macchia e si pulisce facilmente. Infine, essendo un prodotto molto omogeneo e particolarmente facile da lavorare, è adatto anche per realizzare superfici dai bordi arrotondati.

Impiallacciato

L’anta impiallacciata è costituita da un pannello in particelle di legno o in mdf la cui superficie è rivestita da fogli di “piallaccio”, un sottile foglio di legno ottenuto attraverso una tranciatura del tronco e per questo detto anche “tranciato”. I quattro bordi possono essere rifiniti con lo stesso materiale o con altri.

Vetro temperato

Cucina in Vetro temperato
Cucina in Vetro temperato

Assicura il massimo della resistenza e della sicurezza. I pannelli in vetro temperato utilizzati per le ante hanno telai in alluminio. Entrambi i materiali sono riciclabili, inattaccabili, dall’umidità e dai vapori; sono anche molto pratici e facili da pulire. Le ante in vetro temperato, disponibili in varie colorazioni, possono essere lisce, incise oppure dogate.

ilaria

Ciao, sono Ilaria e ho lanciato Ideare-Casa.com nel 2008 come un piccolo blog di interior design, dopo essere diventata mamma di una bellissima bambina. Ho aperto il blog per documentare la mia passione sul design, segnalare prodotti e raggiungere le persone che hanno la mia stessa passione per l'arredo di interni.

Your Header Sidebar area is currently empty. Hurry up and add some widgets.

Privacy Policy